AREA NOTIZIE

Ultime Notizie

Area Notizie

Notizie su Facebook

Notizie su Twitter

LA MILIZIA DEL TEMPIO

I poveri Cavalieri di Cristo

Storia

Restaurazione

Scopi

Spiritualità e Liturgia

Abito e Insegne

Sostenere la Milizia

GLI ORGANI
DELLA MILIZIA

Il Gran Maestro

Governo della Milizia

Membri della Milizia

ENTI COLLEGATI

La Fondazione

L'Accademia

La Casa Editrice

IL CASTELLO
DELLA MAGIONE

Il Complesso Monumentale

La Sede Magistrale

La Chiesa Magistrale

La Via Francigena

Come raggiungerci

SCAUTISMO

La Milizia e lo Scautismo

PUBBLICAZIONI

Documenti

Bollettino

SCRIVI
ALLA MILIZIA

Contatti

La Milizia nel Mondo

Cerca nel sito

Ultimi Interventi

Home page » La milizia del tempio » I poveri Cavalieri di Cristo

I poveri Cavalieri di Cristo

”... che hanno scelto davanti a Dio e ai Suoi Santi di legarsi alla Milizia, per santificarsi in essa nonché per combattere senza sosta per i diritti di Dio e della Cristianità.” (Regola)

 

LA MILIZIA DEL TEMPIO

 

è un Ordine laicale di tradizione cattolica e di impostazione monastico-militare che ha per scopo la salvezza dell’anima e la partecipazione alla realizzazione del Regno di Cristo sulla terra attraverso la puntuale osservanza della Regola propria:
- fa leva sulle virtù cavalleresche;
- si ispira agli ideali, alle tradizioni e alla Regola dell’antico Ordine del Tempio senza rivendicarne una falsa, antistorica ed illegittima discendenza;
- attinge forza dalla mistica e dalla spiritualità di San Bernardo di Chiaravalle e, in particolare, dal “Liber ad Milites Templi de laude novae Militiae” e dal trattato “De praecepto et dispensatione”;
- difende e propaga i valori umani e cristiani tradizionali;
- attua i propri ideali al servizio della Chiesa e del prossimo, in filiale obbedienza al Romano Pontefice e ai Vescovi in comunione con Lui;
- ammette Membri sia celibi che sposati.
La Milizia del Tempio non è, quindi, un Ordine Cavalleresco nella moderna accezione del concetto e del termine.
  

 

Posizione giuridica

 

La Milizia del Tempio – Ordine dei poveri Cavalieri di Cristo:
- è riconosciuta canonicamente come associazione privata di fedeli di diritto diocesano a mente dei canoni 298, 299, 312, 321, 322 e 323 del C.J.C. così come sono state approvate le Costituzioni e la Regola ed il suo apostolato è stato accolto in diverse diocesi nel mondo;
- in Italia è stata riconosciuta giuridicamente come associazione in forza dell’art. 12 del C.C.

 


Note sulla valenza del riconoscimento canonico

 

- La forma giuridica per il riconoscimento anche di Ordini o Istituzioni cavalleresche, a mente del C.J.C. vigente, è solo quella di associazione di fedeli, pubblica o privata (pubblica, quando la Chiesa la promuove direttamente; privata, quando la Chiesa accoglie e approva una istituzione già costituita).
- Nel nuovo Codice il termine “Ordine” è previsto, infatti, solo per l’Ordine Sacro, nemmeno per le istituzioni religiose che vengono riconosciute o come “Istituti di Vita Consacrata” o come “Società di Vita Apostolica”.
- All’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme nel febbraio 1996 S.S. il Papa Giovanni Paolo II ha conferito la personalità giuridica di Associazione Pubblica di Fedeli: non si è trattato, evidentemente, di un riconoscimento ex novo ma di un semplice adeguamento alle forme giuridiche del nuovo Codice.
- Vi possono essere riconoscimenti anche da parte di altri organismi diversi dalla Segreteria di Stato come, per esempio, il Consilium pro Laicis che ha riconosciuto i Cavalieri di Colombo il cui Cavaliere Supremo, Mr. Anderson, è Membro del Pontificio Consiglio "Pro Laicis" ed è stato cooptato nel Consiglio di Amministrazione dello IOR.
- Anche i Vescovi Diocesani, nella loro autonoma giurisdizione, possono creare o riconoscere, rispettivamente come associazione pubblica o privata di fedeli, veri e propri Ordini cavallereschi, come è successo in Ungheria, Francia, Spagna ecc.
- In forza del carattere di universalità del C.J.C. un riconoscimento Diocesano è valido per tutta la Chiesa.
- Un Vescovo può, tuttavia, non ammettere l’apostolato di una Istituzione canonicamente riconosciuta in un’altra Diocesi, ma non può ignorarne nè l’esistenza nè l’identità nè i suoi “segni” identificativi approvati.
- Infine la libertà dei fedeli di associarsi liberamente, anche senza riconoscimento formale, è stata sancita dalla Costituzione “Lumen Gentium”, pienamente recepita e regolamentata dal C.J.C.
- Un’ultima considerazione: Il Sovrano Pontefice, quale titolare della “fons honorum” e in quanto "legibus solutus" e, quindi, non soggetto alle norme canoniche, può sempre creare un Ordine cavalleresco con questa precisa denominazione.



 

Il nome:

  • Militia Templi - Christi pauperum Militum Ordo - Latine
  • Milizia del Tempio - Ordine dei poveri Cavalieri di Cristo - Italiano
  • Miliz des Tempels - Orden der armen Ritter Christi - Deutsh
  • Militia of the Temple - Order of the poor Knights of Christ - English
  • Milicia del Templo - Orden de los pobres Caballeros de Cristo - Espanol
  • Milice du Temple - Ordre des pauvres Chevaliers du Christ - Francais
  • Templomos Lovagrend - Krisztus szegény Lovagjainak Rendje - Magyar
  • Milicja z Temple - Aby ubogich Rycerzy Chrystusa - Polski
  • Milícia do Templo - Ordem dos pobres Cavaleiros de Cristo - Portugues

 

 

AREA RISERVATA

Username

Password

EFFETTUA LA TUA DONAZIONE

Regola della Milizia del Tempio

Divinum Officium

EVENTI:

Ritiro di Avvento 2016

PROGRAMMA DICEMBRE 2016 - GENNAIO 2017

I VENERDI’ DELLA MAGIONE

- Compleanni del mese: Ottobre

- Compleanni del mese: Novembre

- Compleanni del mese: Dicembre

S. Messa Tridentina in Toscana in Italia e nel Mondo

Motu Proprio e Istruzione

Galleria fotografica

La Bussola Quotidiana

Corrispondenza Romana

Ecomuseo della Val d’Elsa

holyart.it - Accessori per la Liturgia

Sito registrato in:

Clicca qui per iscriverti

Le immagini presenti nel sito sono registrate e sottoposte a Copyright © ORDO MILITIAE TEMPLI E' fatto assoluto divieto di pubblicare, tutte o in parte, le immagini e/o i contenuti di questo sito, salvo espressa autorizzazione Copyright © 2002 Militia Templi