AREA NOTIZIE

Ultime Notizie

Area Notizie

Notizie su Facebook

Notizie su Twitter

LA MILIZIA DEL TEMPIO

I poveri Cavalieri di Cristo

Storia

Restaurazione

Scopi

Spiritualità e Liturgia

Abito e Insegne

Sostenere la Milizia

GLI ORGANI
DELLA MILIZIA

Il Gran Maestro

Governo della Milizia

Membri della Milizia

ENTI COLLEGATI

La Fondazione

L'Accademia

La Casa Editrice

IL CASTELLO
DELLA MAGIONE

Il Complesso Monumentale

La Sede Magistrale

La Chiesa Magistrale

La Via Francigena

Come raggiungerci

Orario per le visite

SCAUTISMO

La Milizia e lo Scautismo

PUBBLICAZIONI

Documenti

Bollettino

SCRIVI
ALLA MILIZIA

Contatti

La Milizia nel Mondo

Cerca nel sito

Ultimi Interventi

Home page » Notizie » CASOLE D'ELSA (SI): VISITA UFFICIALE DEI PRINCIPI AMEDEO E SILVIA ALLA CITTA'

CASA REALE D'ITALIA

CASOLE D'ELSA (SI): VISITA UFFICIALE DEI PRINCIPI AMEDEO E SILVIA ALLA CITTA'

16/05/2011

La sera precedente, Sabato 14 Maggio, i Principi sono stati ospiti della Milizia del Tempio nel Castello della Magione per una cena in loro onore, con la partecipazione di numerosi ospiti provenienti da molte parti d'Italia.

Da www.monarchia.it

 

Domenica 15 maggio 2011 l'Amministrazione comunale di Casole d'Elsa, antico paese del senese, ha invitato ufficialmente le LL.AA.RR. i Principi Amedeo e Silvia di Savoia in occasione di un duplice anniversario: il 150° della Proclamazione del Regno d'Italia e l'850° anniversario della consacrazione dell'Insigne Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta.
L'antico borgo, ornato di bandiere tricolori su ogni palazzo, ha accolto i Duchi d'Aosta con un solenne alzabandiera davanti al Municipio. Le note della Fanfara dell'Associazione Nazionale Bersaglieri di Montopoli Valdarno hanno accompagnato la toccante cerimonia, eseguendo l'Inno di Mameli e la Marcia Reale. Ha avuto quindi luogo un corteo, aperto dalla Fanfara dei Bersaglieri con al seguito i Principi, il Sindaco e il Gonfalone della Città, che si è snodato per le caratteristiche vie del centro, fino alla Collegiata, con grande seguito popolare nonostante la pioggia.
I Principi, accompagnati da dom. Marcello Alberto Cristofani della Magione, sono stati accolti dal parroco e accompagnati a fianco dell'Altare per assistere al Te Deum e alla Funzione religiosa.
La S. Messa solenne è stata celebrata dal Rev.mo P. Abate Dom Michael John Zielinski, Vice Presidente delle Pontificie Commissioni per i Beni Culturali della Chiesa e di Archeologia Sacra, il quale, durante una sentita omelia, si è soffermato sull'importanza simbolica del 150° anniversario del Regno d'Italia ed ha lodato le peculiarità che rendono unico il nostro Paese.
Al termine della Funzione Religiosa la Fanfara e le Autorità presenti si sono dirette alla Chiesa dedicata ai Caduti in Guerra dove il Principe Amedeo ha deposto una Corona d'alloro per commemorare i nostri soldati morti per la Patria. Ricompostosi il corteo, sempre sotto una pioggia battente, i presenti sono giunti davanti al Centro Congressi comunale dove il Capo di Casa Savoia ha scoperto una nuova lapide in marmo commemorativa della giornata. La lapide si affianca ad altre due celebrative una del Padre della Patria e l'altra di Garibaldi. Questo il testo: “Il 15 maggio 2011 il Popolo ed il Comune di Casole d'Elsa, tra le solenne manifestazioni per gli 850 anni della consacrazione della Chiesa Collegiata e per i 150 dell'Unità d'Italia, celebravano il fausto anniversario della Proclamazione del Regno d'Italia che all'Unità della Patria dette inizio il 17 Marzo 1861. Presenti Amedeo e Silvia di Savoia. Pietro Pii, Sindaco.”
Il Sindaco ha voluto regalare al Principe Amedeo la bandiera tricolore che copriva la lapide e la Fanfara ha eseguito nuovamente la Marcia Reale. Le celebrazioni si sono spostate nella sala principale del centro congressi dove il Sindaco di Casole d'Elsa, dopo aver proiettato una versione dell'Inno Nazionale cantata dai ragazzi delle scuole locali, ha tenuto il discorso ufficiale per l'anniversario che si stava celebrando. Pii ha sottolineato la continuità storica fra l'Istituzione monarchica che ha compiuto il processo di unificazione e la condizione da noi vissuta. Nella sua esposizione il Sindaco ha sottolineato che non ha senso censurare quella che è stata la nostra storia patria e, con la pacatezza e la moderazione che lo contraddistinguono, ha invitato alla pacificazione e al rispetto dei valori comuni. Ha preso poi la parola S.A.R. il Principe Amedeo di Savoia, il quale ha analizzato l'attuale situazione del nostro Paese, gravato da importanti problemi, ed ha esortato al superamento degli stessi per il bene collettivo. Il Principe ha ringraziato Casole d'Elsa per la splendida accoglienza riservatagli ed ha accolto con plauso il messaggio del Sindaco.
Dom. Marcello Alberto Cristofani della Magione, personaggio chiave per l'organizzazione della giornata, ha ripercorso la vita del Principe Amedeo, dalla nascita prematura nel 1943 in una Firenze bersaglio di bombardamenti, all'internamento nel campo di concentramento austriaco, fino all'attuale esercizio del ruolo di Capo della Famiglia Reale, come indicato chiaramente negli scritti di Re Umberto II. Ha concluso gli interventi il Presidente nazionale dell'Unione Monarchica italiana, Alessandro Sacchi, che, analizzando i punti salienti del Risorgimento, ha sottolineato l'attualità dei valori che portarono il compimento del processo di unificazione. Al termine degli interventi l'Amministrazione ha offerto ai cittadini presenti un brindisi, inneggiando all'Italia e alla sua unità.
La giornata, nonostante l'inclemenza del tempo, è stata un successo che ha visto la nutrita partecipazione della cittadinanza sia durante le varie fasi del corteo che alla funzione religiosa, con una Chiesa della Collegiata gremita. Presenti tante autorità tra cui la Giunta al completo, i Comandanti dei Carabinieri, l'Assessore ai Lavori Pubblici di Volterra Paolo Moschi, la Capogruppo del PdL in Provincia, alti ufficiali delle FF.AA. tra cui il Gen. Enrico Celentano, già comandante della Folgore, l'Amm. Arcangelo Simi, il Gen. Arnaldo Atzeni e l'Amm. Gian Luca Assettati.
L'U.M.I. era presente con le sue più alte cariche nazionali, il Presidente Alessandro Sacchi, il Segretario Sergio Boschiero e il Presidente della Toscana Conte Jacopo Guicciardini.

 

Galleria fotografica in www.monarchia.it

 

Condividi su

AREA RISERVATA

Username

Password

EFFETTUA LA TUA DONAZIONE

Regola della Milizia del Tempio

Divinum Officium

EVENTI:

I VENERDI’ DELLA MAGIONE

- Compleanni del mese: Dicembre

S. Messa Tridentina in Toscana in Italia e nel Mondo

Motu Proprio e Istruzione

Galleria fotografica

La Bussola Quotidiana

Corrispondenza Romana

Ecomuseo della Val d’Elsa

holyart.it - Accessori per la Liturgia

Sito registrato in:

Clicca qui per iscriverti

Le immagini presenti nel sito sono registrate e sottoposte a Copyright © ORDO MILITIAE TEMPLI E' fatto assoluto divieto di pubblicare, tutte o in parte, le immagini e/o i contenuti di questo sito, salvo espressa autorizzazione Copyright © 2002 Militia Templi