AREA NOTIZIE

Ultime Notizie

Area Notizie

Notizie su Facebook

Notizie su Twitter

LA MILIZIA DEL TEMPIO

I poveri Cavalieri di Cristo

Storia

Restaurazione

Scopi

Spiritualità e Liturgia

Atto di consacrazione

Santa Messa

Canti liturgici

Dottrina Cristiana

Principi di Catechismo

Preghiere della Tradizione Cristiana

Preghiere del Cavaliere

Libri e testi di formazione

Calendario liturgico della Milizia del Tempio

Divinum Officium

Abito e Insegne

Sostenere la Milizia

GLI ORGANI
DELLA MILIZIA

Il Gran Maestro

Governo della Milizia

Membri della Milizia

ENTI COLLEGATI

La Fondazione

L'Accademia

La Casa Editrice

IL CASTELLO
DELLA MAGIONE

Il Complesso Monumentale

La Sede Magistrale

La Chiesa Magistrale

La Via Francigena

Come raggiungerci

Orario per le visite

SCAUTISMO

La Milizia e lo Scautismo

PUBBLICAZIONI

Documenti

Bollettino

SCRIVI
ALLA MILIZIA

Contatti

La Milizia nel Mondo

Cerca nel sito

Ultimi Interventi

Home page » La milizia del tempio » Canti liturgici

Canti liturgici

per la Santa Messa

Indice:

  1. A Te Signor leviamo i cuori
  2. Accetta questo pane
  3. Adeste, fideles
  4. Adoro Te devote
  5. Alla nostra Signora della strada
  6. Alma Redemptoris Mater
  7. Al tuo santo altar
  8. Andrò a vederla un dì
  9. Anima Christi
  10. Aspérges me
  11. Astro del ciel
  12. Attende Domine
  13. Ave Maris Stella
  14. Ave Regina caelorum
  15. Christus vincit
  16. Dell'aurora
  17. Dov'è carità e amore
  18. Gloria in excelsis Deo
  19. Hai dato un cibo
  20. Il Signore è il mio pastore
  21. Innalzate nei cieli lo sguardo (Canto di Comunione)
  22. Inni e canti sciogliamo
  23. L'anima mia ha sete
  24. La nostra offerta
  25. Lauda, Jerusalem
  26. Lieta armonia
  27. Lodate Dio
  28. Mira il tuo popolo
  29. Mistero della cena
  30. Ninna nanna (Brahms)
  31. Noi vogliam Dio
  32. O capo insanguinato
  33. Pange lingua (Tantum Ergo)
  34. Parce Domine
  35. Purificami, o Signore
  36. Regina caeli
  37. Rorate Coeli desuper
  38. Salga da questo altare (Signore di spighe indori)
  39. Salve Regina
  40. Se m'accogli
  41. Se Tu m'accogli
  42. T'adoriam Ostia divina
  43. Te lodiamo Trinità
  44. Ti saluto o croce santa
  45. Tota pulchra es, Maria
  46. Tu scendi dalle stelle
  47. Veni creator Spiritus
  48. Veni Sancte Spiritus
  49. Vexilla Regis prodeunt
  50. Vidi aquam

A Te Signor leviamo i cuori

 

A Te, Signor, leviamo i cuori,
A Te, Signor, noi li doniam.

 

Quel pane bianco che t'offre la Chiesa
è il frutto santo del nostro lavoro:
accettalo, Signore, e benedici.

 

Quel vino puro che t'offre la Chiesa
forma la gioia dei nostri bei colli:
accettalo, Signore, e benedici.

 

Gioie, dolori, fatiche e speranze
nel sacro calice noi deponiamo:
accettalo, Signore, e benedici.

 

Lacrime pie di vecchi morenti,
dolci sorrisi di bimbi innocenti:
accettali, Signore, e benedici.

 

Eterno Padre, il sangue del Figlio
per vivi e morti fidenti t'offriamo:
accettalo, Signore, e benedici.

 

Accetta questo pane

 

Accetta questo pane, o Padre altissimo,
perché di Cristo il Corpo divenga sull’altar.
Che sia la nostra vita ostia gradita a te;
la vita sia del Cristo, o Santa Trinità.

 

T’offriamo ancora il vino, di questo calice,
perché divenga il Sangue del nostro Redentor.
Che i nostri sacrifici sian puri accetti a te,
offerti dal tuo Cristo, o Santa Trinità.

 

Adeste fideles

 

Adeste fideles læti triumphantes,
venite, venite in Bethlehem.
Natum videte Regem angelorum.

 

Venite adoremus (ter)
Dominum.

 

En grege relicto humiles ad cunas,
vocati pastores adproperant,
et nos ovantes gradu festinemus.
 

Æterni Parentis splendorem æternum,
velatum sub carne videbimus,
Deum infantem pannis involutum.
 

Pro nobis egenum et fœno cubantem
piis foveamus amplexibus;
sic nos amantem quis non redamaret?

 

Adóro te devóte

 

Adóro te devóte, látens Déitas,
Quæ sub his figúris, vere látitas:
Tibi se cor meum totum súbjicit,
Quia, te contémplans, totum déficit.

 

Visus, tactus, gustus, in te fállitur,
Sed audítu solo tuto créditur:
Credo quidquid díxit Dei Fílius;
Nil hoc verbo veritátis vérius.

 

In cruce latébat sola Déitas,
At hic látet simul et humánitas:
Ambo támen crédens átque cónfitens,
Peto quod petívit latro pœnitens.

 

Plagas, sicut Thomas, non intúeor,
Deum támen meum te confíteor.
Fac me tibi sémper mágis crédere,
In te spem habére, te dilígere.

 

O memoriále mortis Dómini,
Panis vivus, vitam præstans hómini,
Præsta meæ menti de te vívere,
Et te illi semper dulce sápere.

 

Pie pellicáne, Jesu Dómine,
Me immúndum munda tuo sánguine,
Cujus una stilla salvum fácere,
Totum mundum quit ab ómni scélere.

 

Jesu, quem velátum nunc aspício,
Oro fíat illud, quod tam sítio:
Ut, te reveláta cernens fácie,
Visu sim beátus tuæ glóriæ. Amen.
 

Alla nostra Signora della strada

 

Madonna degli scouts, ascolta, t'invochiam,
concedi un forte cuore a noi che ora partiam!
La strada è tanto lunga il freddo già ci assal;
respingi tu Regina, lo spirito del mal.

 

E il ritmo dei passi ci accompagnerà:
Là verso gli orizzonti lontani si va.
E il ritmo dei passi ci accompagnerà:
Là verso gli orizzonti lontani si va.

 

E lungo quella strada non ci lasciare tu,
nel volto di chi soffre facci trovar Gesù. (*)
Allor ci fermeremo le piaghe a medicar
e il pianto di chi è solo sapremo consolar.

E il ritmo dei passi ...

 

Lungo la strada bianca la croce apparirà:
è croce che ricorda chi ci ha lasciato già.
Pur tu sotto una croce Maria restasti un dì;
per loro ti preghiamo sommessamente qui.

E il ritmo dei passi ...

 

Forse lungo il cammino qualcuno s'arresterà,
forse fuor della pista la gioia cercherà.
Allora Madre nostra non lo dimenticar
e prendilo per mano e sappilo aiutar.

E il ritmo dei passi ...

 

Or sulla strada andiamo, cantando, esplorator;
la strada della vita: uniamo i nostri cuor!
Uniscici Maria, guidandoci lassù
alla casa del Padre, nel gaudio di Gesù.

E il ritmo dei passi ...

 

(*) Varianti: "nel volto di chi soffre saprem trovar Gesù" invece che "nel volto di chi soffre facci trovar Gesù"

 

Alma Redemptoris Mater

 

Alma Redemptoris Mater, quae pervia caeli
Porta manes, et stella maris, succurre cadenti,
Surgere qui curat, populo: tu quae genuisti,
Natura mirante, tuum sanctum Genitorem
Virgo prius ac posterius, Gabrielis ab ore
Sumens illud Ave, peccatorum miserere.

 

Al tuo santo altar


Al tuo santo altar
m'appresto, o Signor,
mia gioia e mio amor.

 

O Signore che scruti il mio cuor,
dal maligno mi salvi il tuo amor.

 

Tu sei forza, sei vita immortal.
Perché triste cammino tra il mal?

 

Mi risplenda la luce del ver
e mi guidi sul retto sentier.

 

Mia speranza e salvezza sei tu;
ch'io ti lodi in eterno, o Gesù.

 

Andrò a vederla un dì

 

Andrò a vederla un dì - in cielo, Patria mia.
Andrò a veder Maria, - mia gioia e mio amor.

 

Al ciel, al ciel, al ciel,
andrò a vederla un dì.
Al ciel, al ciel, al ciel,
andrò a vederla un dì.

 

"Andrò a vederla un dì" - è il grido di speranza,
che infondemi costanza - nel viaggio e fra i dolor.

 

Andrò a vederla un dì - andrò a levar miei canti
cogli Angeli e coi Santi, - per corteggiarla ognor.

 

Andrò a vederla un dì - Le andrò vicino al trono
ad ottenere il dono - un serto di splendor.

 

Andrò a vederla un dì - la Vergine immortale;
m'aggirerò sull'ale - dicendole il mio amor.

 

Andrò a vederla un dì - lasciando questo esilio
le poserò qual figlio - il capo sopra il cuor!

 

Andrò a vederla un dì - a Lourdes mio cor l'implora,
ma non la veggo ancora: - è in cielo col Signor.

 

Andrò a vederla un dì - meglio che a Massabielle:
lassù, sopra le stelle, - svela sua gloria e amor.

Anima Christi

 

Anima Christi, sanctifica me.
Corpus Christi, salva me.
Sanguis Christi, inebria me.
Aqua lateris Christi, lava me.

 

Passio Christi, conforta me.
O bone Jesu, exaudi me.
Intra vulnera tua absconde me.

Anima Christi ...

 

Ne permittas a Te me separari.
Ab hoste maligno defende me.
In hora mortis meae voca me.

Anima Christi ...


Et jube me venire ad Te,
Ut cum Sanctis tuis laudem Te
In saecula saeculorum.

Anima Christi ...

 

Aspérges me

 

Aspérges me, Dómine, hyssópo et mundábor:

lavábis me, et super nivem dealbábor.

 

Miserére mei, Deus,

secúndum magnam misericórdiam tuam.

 

Gloria Patri, et Filio, * et Spirítui Sancto,
Sicut erat in princípio et nunc et semper,

* et in sæcula sæculórum. Amen.

 

Aspérges me, Dómine, hyssópo et mundábor:

lavábis me, et super nivem dealbábor.

 

Astro del Ciel

 

Astro del Ciel, pargol divin,
Mite agnello, Redentor,
Tu che i Vati da lungi sognâr,
Tu che angeliche voci annunziâr,
Luce dona alle menti,
Pace infondi nei cuor.

 

Astro del Ciel, pargol divin,
Mite agnello, Redentor,
Tu di stirpe regale decor,
Tu virgineo, mistico fior,
Luce dona alle menti,
Pace infondi nei cuor.

 

Astro del Ciel, pargol divin,
Mite agnello, Redentor,
Tu disceso a scontare l'error,
Tu sol nato a parlare d'amor,
Luce dona alle menti,
Pace infondi nei cuor.

 

Atténde Dómine

 

Atténde Dómine, et miserére,
quia peccávimus tibi.

 

Ad te, Rex summe, ómnium Redémptor,
óculos nostros sublevámus flentes:

Exáudi, Christe, supplicántum preces.

 

Déxtera Patris, lapis anguláris,
Via salútis, iánua cæléstis,
áblue nostri máculas delícti.

 

Rogámus, Deus, tuam maiestátem:
áuribus sacris gémitus exáudi:
crímina nostra plácidus indúlge.

 

Tibi fatémur crímina admíssa:
contríto corde pándimus occúlta:
tua, Redémptor, píetas agnóscat.

 

Ínnocens captus, nec repúgnans ductus,
téstibus falsis pro ímpiis damnátus:
quod redemísti, tu consérva, Christe.

 

Ave Maris Stella

 

Ave maris stella,
Dei mater alma,
atque semper Virgo,
felix cæli porta.
Sumens Illud Ave
Gabrielis ore
mutans Hevæ nomen
donans mundo pacem.
 

Ave, Regina caelorum

 

Ave, Regina caelorum,
Ave, Domina Angelorum:
Salve, radix, salve, porta
Ex qua mundo lux est orta:

 

Gaude, Virgo gloriosa,
Super omnes speciosa,
Vale, o valde decora,
Et pro nobis Christum exora.

 

Christus vincit

 

Christus vincit, Christus regnat,
Christus, Christus imperat!

 

Laudate Dominum omnes gentes;
laudate eum omnes populi.
Quoniam confirmata est
super nos misericordia eius,
et veritas Domini manet in aeternum.
Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto,
sicut erat in principio, et nunc, et semper
et in saecula saeculorum. Amen.

 

Cristus vincit, Christus regnat,
Christus, Christus imperat!

 

Dell'aurora

 

Dell'aurora tu sorgi più bella
coi tuoi raggi, a far lieta la terra
e tra gli astri che il cielo rinserra
non v'è stella più bella di te.

 

Bella tu sei qual sole
bianca più della luna
e le stelle le più belle
non son belle al par di te. (2 volte)

 

Gli occhi tuoi son più belli del mare,
la tua fronte ha il colore del giglio,
le tue gote baciate dal Figlio
son due rose e le labbra son fior.

 

T'incoronano dodici stelle
al tuo piè piegan l'ali del vento
della luna s'incurva l'argento
il tuo manto ha il colore del ciel.

 

Come giglio tu sei immacolata,
come rosa tu brilli tra i fiori,
ti degli angeli il cuore innamori
della terra sei vanto e decor.
 

Dov'è carità e amore

 

Dov'è carità e amore,
qui c'è Dio.

 

Ci ha riuniti tutti insieme, Cristo amore:
godiamo esultanti nel Signore!
Temiamo e amiamo il Dio vivente,
e amiamoci tra noi con cuore sincero.

 

Noi formiamo, qui riuniti, un solo corpo:
evitiamo di dividerci tra noi:
via le lotte maligne, via le liti,
e regni in mezzo a noi Cristo, Dio.

 

Chi non ama resta sempre nella notte
e dall'ombra della morte non risorge;
ma se noi camminiamo nell'amore,
noi saremo veri figli della luce.

 

Nell'amore di colui che ci ha salvati,
rinnovati dallo Spirito del Padre,
tutti uniti sentiamoci fratelli,
e la gioia diffondiamo sulla terra.

 

Imploriamo con fiducia il Padre Santo
perché doni ai nostri giorni la sua pace:
ogni popolo dimentichi rancori,
ed il mondo si rinnovi nell'amore.

 

Fa' che un giorno contempliamo il tuo volto
nella gloria dei beati, Cristo, Dio,
e sarà gioia immensa, gioia vera,
durerà per tutti i secoli senza fine.

 

Gloria in excelsis Deo

 

Gloria in excelsis Deo
Et in terra pax hominibus bonae voluntatis.
Laudamus Te, benedicimus Te, adoramus Te, glorificamus Te,
Gratias agimus tibi propter magnam gloriam tuam,
Domine Deus, Rex coelestis, Deus Pater omnipotens.
Domine Fili Unigenite, Jesu Christe,
Domine Deus, Agnus Dei, Filius Patris:
Qui tollis peccata mundi miserere nobis;
Qui tollis peccata mundi suscipe deprecationem nostram,
Qui sedes ad dexteram Patris miserere nobis.
Quoniam Tu solus Sanctus, Tu solus Dominus, Tu solus Altissimus, Jesu Christe,
Cum Sancto Spiritu in gloria Dei Patris. Amen.

 

Hai dato un cibo

 

Hai dato un cibo a noi Signore
germe vivente di bontà.
Nel tuo Vangelo o buon pastore
sei stato guida di verità

 

Grazie, diciamo a te Gesù !
Resta con noi, non ci lasciare;
sei vero amico solo tu!

 

Alla tua mensa accorsi siamo
pieni di fede nel mister.
O Trinità noi ti invochiamo
Cristo sia pace al mondo inter.

 

Verbo di Dio, carne nostra,
Cristo Signor, Emmanuel.
Tuo Corpo è il Pane e Sangue il vino,
per la parola tua fedel.

 

Tu hai parlato a noi Signore
la tua Parola è verità.
Come una lampada rischiara
i passi dell'umanità.

 

Il Signore è il mio pastore

 

Il Signore è il mio pastore:
nulla manca ad ogni attesa;
in verdissimi prati mi pasce,
mi disseta a placide acque.

 

È il ristoro dell'anima mia,
in sentieri diritti mi guida
per amore del santo suo nome,
dietro lui mi sento sicuro.

 

Pur se andassi per valle oscura
non avrò a temere alcun male:
perché sempre mi sei vicino,
mi sostieni col tuo vincastro.

 

Quale mensa per me tu prepari
sotto gli occhi dei miei nemici!
E di olio mi ungi il capo:
il mio calice è colmo di ebbrezza!

 

Bontà e grazia mi sono compagne
quanto dura il mio cammino:
io starò nella casa di Dio
lungo tutto il migrare dei giorni.

 

Innalzate nei cieli lo sguardo (Canto di Comunione)

 

Innalzate nei cieli lo sguardo:
la salvezza di Dio è vicina.
Risvegliate nel cuore l'attesa,
per accogliere il Re della gloria.

 

Vieni, Gesù, deh vieni,
discendi dal cielo.

 

Sorgerà dalla Casa di David,
il Messia da tutti invocato,
prenderà da una vergine il corpo,
per potenza di Spirito Santo.

 

Benedetta sei tu, o Maria,
che rispondi all'attesa del mondo:
come aurora splendente di grazia,
porti al mondo il sole divino.

 

Vieni, o Re, discendi dal cielo:
porta al mondo il sorriso di Dio;
nessun uomo ha visto il suo volto,
solo tu puoi svelarci il mistero.

 

Inni e canti sciogliamo

 

Inni e canti sciogliamo, o fedeli,
al Divin Eucaristico Re;
Egli ascoso nei mistici veli
cibo all'alma fedele si die'.


Dei Tuoi figli lo stuolo, qui prono,
o Signor dei potenti, Ti adora.
Per i miseri implora perdono,
per i deboli implora pietà.


O Signor, che dall'Ostia radiosa
sol di pace ci parli e d'amor,
in Te l'alma smarrita riposa,
in Te spera chi lotta e chi muor.

 

Dei Tuoi figli lo stuolo, qui prono,
o Signor dei potenti, Ti adora. (ecc.)

 

L'anima mia ha sete

 

L'anima mia ha sete del Dio vivente,
quando vedrò il Suo volto?

 

Come una cerva anela ai corsi delle acque,
così l'anima mia anela a Te o Dio.

 

La mia anima ha sete di Dio, del Dio vivente,
quando verrò e vedrò il volto di Dio?

 

Questo io ricordo e rivivo nell'anima mia
tra voci di gloria e di lode, clamore festoso.

 

Perché ti abbatti anima mia, perché ti animi in me?
Spera in Dio ancora lo esalterò mia salvezza e mio Dio.

 

Di giorno il Signore conceda il Suo nome,
di notte il Suo canto con me preghi il Dio della vita.

 

Sia gloria al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo:
a chi era, e sarà nei secoli il Signore.

 

La nostra offerta

 

Guarda questa offerta, guarda a noi Signor:
tutto noi t'offriamo per unirci a te.

Nella tua Messa la nostra Messa,
nella tua vita la nostra vita. (2 volte)


Che possiamo offrirti, nostro creator?
Ecco il nostro niente, prendilo, o Signor.

 

Lauda, Jerusalem

 

Lauda, Jerusalem, Dominum;
lauda Deum tuum, Sion.
Hosanna ! Hosanna !
Hosanna Filio David !

 

Quoniam confortavit
seras portarum tuarum,
benedixit filiis tuis in te.

 

Qui posuit fines tuos pacem
et adipe frumenti satiat te.

 

Qui emittit eloquium suum terrae,
velociter currit verbum eius.

 

Qui dat nivem sicut lanam,
pruinam sicut cinerem spargit.

 

Mittit crystallum suam sicut buccellas,
ante faciem frigoris eius quis sustinebit ?

 

Lieta armonia

 

Lieta armonia
nel gaudio del mio spirito si espande,
l'anima mia magnifica il Signor:
Ei solo è grande, Ei solo è grande.

 

Umile ancella
degnò di riguardarmi dal suo trono,
e grande e bella mi fece il Creator:
Ei solo è buono, Ei solo è buono.

 

E me beata
dirà in eterno delle genti il canto;
e mi ha esaltata per l'umile mio cuor:
Ei solo è santo, Ei solo è santo.

 

Egli i protervi
superbi sperde in trionfal vittoria;
ed i suoi servi solleva a eccelso onor:
a Dio sia gloria, a Dio sia gloria !
 

Lodate Dio

 

Lodate Dio, schiere beate del cielo,
lodate Dio, genti di tutta la terra;
cantate a lui che l'universo creò,
somma sapienza e splendore.

 

Lodate Dio, Padre che dona ogni bene;
lodate Dio, ricco di grazia e perdono;
cantate a lui, che tanto gli uomini amò
da dare l'unico Figlio.

 

Lodate Dio, uno e trino Signore;
lodate Dio, meta e premio dei buoni:
cantate a lui, sorgente d'ogni bontà,
per tutti i secoli. Amen.

 

Mira il tuo popolo

 

Mira il tuo popolo, o bella Signora,
che pien di giubilo oggi t'onora.
Anch'io festevole corro ai tuoi pie',
o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

 

In questa misera valle infelice
tutti t'invocano soccoritrice.
Questo bel titolo conviene a te:

o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

 

Il pietosissimo tuo dolce cuore,
esso è rifugio al peccatore.
Tesori e grazie racchiude in sé,

o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

 

Del vasto oceano propizia stella,
ti vedo splendere sempre più bella;
al porto guidami per tua mercé,

o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

 

Pietosa mostrati con l'alma mia,
Madre dei miseri, santa Maria:
madre più tenera di te non v'è.

o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

 

A me rivolgiti con dolce viso
Regina amabile del paradiso;
Te potentissima l'Eterno fe'

o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

 

Mistero della cena

 

Mistero della cena è il Corpo di Gesù.
Mistero della Croce è il Sangue di Gesù.
E questo pane e vino è Cristo in mezzo a noi.
Gesù risorto e vivo sarà sempre con noi.

 

Mistero della Chiesa è il Corpo di Gesù.
Mistero della pace è il Sangue di Gesù.
Il pane che mangiamo fratelli ci farà.
Intorno a questo altare l'amore crescerà.

 

Mistero della cena è il corpo di Gesù.
Mistero della Croce è il Sangue di Gesù.
Il pane che spezziamo è Cristo in mezzo a noi.
Gesù risorto e vivo sarà sempre con noi.

 

Mistero della Chiesa è il corpo di Gesù.
Mistero della pace è il sangue di Gesù.
Il calice di Cristo fratelli ci farà.
Intorno a questo altare rinasce l'unità.

 

Ninna nanna (Brahms)

 

Ninna nanna mio ben, riposa seren
un angiol del ciel, ti vegli fedel.
Una santa vision faccia il core estasiar
una dolce canzon, possa i sogni cullar.

 

Buona notte piccin, riposa carin
riposa tranquil, bambino gentil.
Quando l'alba verrà, sorgerai dal lettin
se il Signor lo vorrà, sorgerai o bambin.

 

Buona notte piccin, riposa carin
riposa tranquil, bambino gentil.
Quando l'alba verrà, sorgerai al lettin
se il Signor lo vorrà, sorgerai dal lettin.

 

Quando l'alba verrà, sorgerai dal lettin
se il Signor lo vorrà, sorgerai dal lettin.

 

Noi vogliam Dio

 

Noi vogliam Dio, Vergin Maria,
benigna ascolta il nostro dir;
Noi t'invochiamo, o Madre pia;
dei figli tuoi compi il desir.

 

Deh ! benedici o Madre, al grido della fé,
Noi vogliam Dio ch'è nostro Padre,
noi vogliam Dio ch'è nostro Re.
Noi vogliam Dio ch'è nostro Padre,
noi vogliam Dio ch'è nostro Re.

 

Noi vogliam Dio nella famiglie,
dei nostri cari in mezzo al cuor;
sian forti i figli, caste le figlie:
tutti l'infiammi di Dio l'amor.

 

Noi vogliam Dio in ogni scuola,
perché la nostra gioventù
la legge apprenda e la parola
della sapienza del buon Gesù.

 

Noi vogliam Dio nel nostro lavoro,
perch´ giustizia, pace e amor
sian della vita il nostro decoro
e regni sempre su noi il Signor.

 

O capo insanguinato

 

O capo insanguinato del dolce mio Signor,
di spine incoronato, straziato dal dolor:
perché son sì spietati gli uomini con Te?
Ma sono i miei peccati! Gesù, pietà di me.

 

O Volto sfigurato da immani crudeltà,
le piaghe han oscurato l’augusta Tua beltà:
infondi in me una stilla di sangue redentor,
accendi una scintilla d’amore nel mio cuor.

 

Signore, dolce Volto di pena e di dolor,
o Volto pien di luce, colpito per amor.
Avvolto nella morte, perduto sei per noi.
Accogli il nostro pianto, o nostro Salvator.

 

Nell’ombra della morte resistere non puoi.
O Verbo nostro Dio, in croce sei per noi.
Nell’ora del dolore ci rivolgiamo a Te.
Accogli il nostro pianto, o nostro Salvator.

 

Pange língua (Tantum Ergo)

 

Pange, lingua, gloriósi
Córporis mystérium,
Sanguinisque pretiosi,
Quem in mundi pretium
Fructus ventris generosi
Rex effudit gentium.

 

Nobis datus, nobis natus
Ex intacta Virgine,
Et in mundo conversatus,
Sparso verbi semine,
Sui moras incolatus
Miro clausit ordine.

 

In supremæ nocte cenæ
recumbens cum fratribus,
observata lege plene
cibis in legalibus
Cibum turbæ duodenæ
se dat suis manibus.

 

Verbum caro, panem verum
verbo carnem efficit:
fitque sanguis Christi merum,
et si sensus deficit,
ad firmandum cor sincerum
sola fides sufficit.

 

Tantum ergo sacramentum
veneremur cernui,
et antiquum documentum
novo cedat ritui;
præstet fides supplementum
sensuum defectui.

 

Genitori Genitoque
laus et iubilatio,
salus, honor, virtus quoque
sit et benedictio;
Procedenti ab utroque
compar sit laudatio. Amen.

 

Parce, Dómine,

 

Parce, Dómine,
parce pópulo tuo,
ne in aetérnum,
irascáris nobis

 

Miserere mei, Deus: secundum magnam misericordiam tuam.
Et secundum multitudinem miserationum tuarum, dele iniquitatem meam.

Parce, Dómine

 

Amplius lava me ab iniquitate mea: et a peccato meo munda me.
Quoniam iniquitatem meam ego cognosco: et peccatum meum contra me est semper.

Parce, Dómine

 

Tibi soli peccavi, et malum coram te feci: ut iustificeris in sermonibus tuis, et vincas cum iudicaris.
Ecce enim in inquitatibus conceptus sum: et in peccatis concepit me mater mea.

Parce, Dómine

 

Ecce enim veritatem dilexisti: incerta et occulta sapientiae tuae manifestasti mihi.
Asperges me, hyssopo, et mundabor: lavabis me, et super nivem dealbabor.

Parce, Dómine
 

Auditui meo dabis gaudium et laetitiam: et exsultabunt ossa humiliata.
Averte faciem tuam a peccatis meis: et omnes iniquitates meas dele.

Parce, Dómine

 

Cor mundum crea in me, Deus: et spiritum rectum innova in visceribus meis.
Ne proiicias me a facie tua: et spiritum sanctum tuum ne auferas a me.

Parce, Dómine

 

Redde mihi laetitiam salutaris tui: et spiritu principali confirma me.
Docebo iniquos vias tuas: et impii ad te convertentur.

Parce, Dómine

 

Libera me de sanguinibus, Deus, Deus salutis meae: et exsultabit lingua mea iustitiam tuam.
Domine, labia mea aperies: et os meum annuntiabit laudem tuam.

Parce, Dómine

 

Quoniam si voluisses sacrificium, dedissem utique: holocaustis non delectaberis.
Sacrificium Deo spiritus contribulatus: cor contritum, et humiliatum, Deus, non despicies.

Parce, Dómine
 

Benigne fac, Domine, in bona voluntate tua Sion: ut aedificentur muri Ierusalem.
Tunc acceptabis sacrificium iustitiae, oblationes, et holocausta: tunc imponent super altare tuum vitulos

Parce, Dómine

 

Purificami, o Signore

 

Purificami, o Signore:
sarò più bianco della neve

 

Pietà di me, o Dio, nel tuo amore;
nel tuo affetto cancella il mio peccato
e lavami da ogni mia colpa,
purificami da ogni mio errore.

 

Il mio peccato, io lo riconosco;
il mio errore, mi è sempre dinanzi;
contro te, contro te solo ho peccato;
quello che è male ai tuoi occhi, io l’ho fatto.

 

Così sei giusto nel parlare
e limpido nel tuo giudicare;
ecco, malvagio sono nato,
peccatore mi ha concepito mia madre.

 

Fammi udire gioia e allegrezza:
esulteranno le ossa umiliate;
dai miei errori nascondi il tuo volto,
non mi togliere il tuo spirito di santità.

 

Crea in me, o Dio, un cuore puro,
rinnova in me uno spirito fermo;
non cacciarmi lontano dal tuo volto,
non mi togliere il tuo spirito di santità.

 

Ecco, ti piace verità nell'infinito,
e nel profondo mi insegni sapienza.
Se mi purifichi con issopo, sono limpido;
se mi lavi, sono più bianco della neve.

 

Le vittime non ti son gradite:
se ti offro un olocausto, non lo vuoi;
la mia vittima è il mio spirito affranto:
non disprezzi un cuore affranto o fiaccato.

 

Ritorni in me la tua gioia di salvezza,
sorreggi in me uno spirito risoluto.
Insegnerò ai peccatori le tue vie
e gli erranti ritorneranno a te.

 

Liberami dal sangue, o Dio, mia salvezza,
e la mia lingua griderà la tua giustizia.
Signore, aprirai le mie labbra,
la mia bocca annuncerà la tua lode.

 

Sia gloria al Padre onnipotente,
al Figlio, Gesù Cristo, Signore;
allo Spirito Santo, Amore,
nei secoli dei secoli. Amen.

 

Regína caeli

Regína caeli, laetáre,
allelúia,
Quia quem meruísti portáre,
allelúia,
Resurréxit sicut dixit,
allelúia;
Ora pro nobis Deum, allelúia.

 

Rorate Coeli desuper

 

Rorate caeli desuper,
et nubes pluant justum.

 

Ne irascaris Domine,
ne ultra memineris iniquitatis:
ecce civitas sancti facta est deserta:
Sion deserta facta est: Jerusalem desolata est:
domus sanctificationis tuae et gloriae tuae,
ubi laudaverunt te patres nostri.

 

Rorate caeli desuper ...
 

Peccavimus, et facti sumus tamquam immundus nos,
et cecidimus quasi folium universi:
et iniquitates nostrae quasi ventus abstulerunt nos:
abscondisti faciem tuam a nobis,
et allisisti nos in manu iniquitatis nostrae.

 

Rorate caeli desuper ...


Vide Domine afflictionem populi tui,
et mitte quem missurus es:
emitte Agnum dominatorem terrae,
de petra deserti ad montem filiae Sion:
ut auferat ipse jugum captivitatis nostrae.

 

Rorate caeli desuper ...

 

Consolamini, consolamini, popule meus:
cito veniet salus tua: quare moerore consumeris,
quia innovavit te dolor? Salvabo te, noli timere,
ego enim sum Dominus Deus tuus, Sanctus Israel, redemptor tuus.

 

Rorate caeli desuper ...

Salga da questo altare (Signore di spighe indori)

 

Signore di spighe indori
i nostri terreni ubertosi,
mentre le vigne decori
di grappoli gustosi.

 

Salga da questo altare
l'offerta a Te gradita:
dona il pane di vita
e il sangue salutare!

 

Nel nome di Cristo uniti,
il calice il pane t'offriamo:
per i tuoi doni largiti
Te Padre ringraziamo.

 

Salga da questo altare...

 

Noi siamo il divin frumento
e i tralci dell'unica vite:
dal tuo celeste alimento
son l'anime nutrite.

 

Salga da questo altare...

 

 

Salve Regina

 

Salve, Regína, mater misericórdiae,
vita, dulcédo et spes nostra, salve.
Ad te, clamámus éxsules fílii Hevae.
Ad te suspirámus geméntes et flentes
in hac lacrymárum valle.

Eia ergo, advocáta nostra,
illos tuos misericórdes
óculos ad nos convérte.
Et Jesum benedíctum
fructum ventris tui,
nobis post hoc exílium osténde.
O clemens, o pia, o dulcis Virgo Maria.

 

Se m'accogli

 

Tra le mani non ho niente, spero che mi accoglierai:
chiedo solo di restare accanto a Te.
Sono ricco solamente del l'amore che mi dai;
è per quelli che non l'hanno avuto mai.

 

Se m'accogli, mio Signore, altro non ti chiederò:
e per sempre la tua strada la mia strada resterà!
nella gioia, nel dolore, fino a quando tu vorrai,
con la mano nella tua camminerò.

 

Io ti prego con il cuore, so che Tu mi ascolterai:
rendi forte la mia fede più che mai.
Tieni accesa la mia luce fino al giorno che tu sai;
con i miei fratelli incontro a Te verrò.

 

Se Tu m'accogli

 

Se Tu m'accogli, Padre buono,
prima che venga sera;
se tu mi doni il tuo perdono,
avrò la pace vera.
Ti chiamerò, mio Salvator,
e tornerò, Gesù, con te.

 

Se nell'angoscia più profonda,
quando il nemico assale;
se la tua grazia mi circonda,
non temerò alcun male.
Ti invocherò, mio Redentor,
e resterò sempre con te.

 

Signore a te veniam fidenti,
tu sei la vita, sei l'amor.
Dal sangue tuo siam redenti,
Gesù Signore salvator.
Ascolta tu che tutto puoi.
Vieni, Signor, resta con noi!

 

T'adoriam ostia divina

 

T'adoriam, Ostia divina,
t'adoriam, Ostia d'amor.
Tu dell'angelo il sospiro,
tu dell'uomo sei l'onor.

 

T'adoriam, Ostia divina,
t'adoriam, Ostia d'amor.

 

T'adoriam, Ostia divina,
t'adoriam, Ostia d'amor.

Tu dei forti la dolcezza,
tu dei deboli il vigor.

 

T'adoriam, Ostia divina,
t'adoriam, Ostia d'amor.
Tu salute dei viventi,
tu speranza di chi muor.

 

T'adoriam, Ostia divina,
t'adoriam, Ostia d'amor.
Ti conosca il mondo e t'ami,
tu la gioia d'ogni cuor.

 

Te lodiamo Trinità

 

Te lodiamo, Trinità,
nostro Dio, ti adoriamo;
Padre dell'umanità,
la tua gloria proclamiamo.

 

Te lodiamo, Trinità,
per l'immensa tua bontà.
Te lodiamo, Trinità,
per l'immensa tua bontà.

 

Tutto il mondo annuncia te:
tu lo hai fatto come un segno.
Ogni uomo porta in sé
il sigillo del tuo regno.

 

Nato, morto sei per noi,
Cristo, nostro Salvatore.
Ora vivi in mezzo ai tuoi:
noi chiamiamo te, Signore.

 

Noi crediamo solo in te,
nostro Padre e Creatore;
noi speriamo solo in te,
Gesù Cristo, Salvatore.

 

Infinita carità,
santo Spirito d'amore,
luce, pace e verità,
regna sempre nel mio cuore.

 

Te lodiamo, gran Signor,
nostro Dio, t'adoriamo,
del creato reggitor,
il tuo nome proclamiamo.

 

Santo, santo, sei, Signor,
a te gloria, lode e onor.
Santo, santo, sei, Signor,
a te gloria, lode e onor.

 

Divin Figlio, nostro re,
la tua vita ci donasti.
Battezzati siamo in te:
nel tuo sangue ci salvasti.

 

Santo Spirito d'amor,
inviatoci dal Figlio,
tu sii nostro difensor,
tu ci assisti col consiglio.

 

Uno e trino Dio Signor,
adorabile, immortale,
a te volgi il nostro cuor,
e preservaci dal male.

 

In te, Dio, noi speriam:
fa' che, uniti ai santi cori,
contemplarti un dì possiam
negli eterni tuoi splendori.

 

Ti saluto o Croce santa

 

Ti saluto, o croce santa,
che portasti il Redentor:
gloria, lode, onor ti canta
ogni lingua ed ogni cuor.

 

Sei vessillo glorioso di Cristo
sei salvezza del popol fedel.
Grondi sangue innocente sul tristo
che ti volle martirio crudel.

 

O Agnello divino immolato
sull'altar della croce, pietà!
Tu, che togli del mondo il peccato
salva l'uomo che pace non ha.

 

Del giudizio nel giorno tremendo
sulle nubi del cielo verrai
piangeranno le genti vedendo
qual trofeo di gloria sarai.

 

Tota pulchra es, Maria

 

Tota pulchra es, María !
Tota pulchra es, María !
Et mácula originális non est in te.
Et mácula originális non est in te.
Tu glória Jerúsalem,
tu laetítia Israël,
tu honorificéntia pópuli nostri,
tu advocáta peccátorum.
O María,
o María !
Virgo prudentíssima
mater clementíssima,
ora pro nobis,
intercéde pro nobis
ad Dóminum Jesum Christum !

 

Tu scendi dalle stelle

 

Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,
e vieni in una grotta al freddo e al gelo. (2 volte)

O Bambino mio divino,
io ti vedo qui a tremar;
o Dio beato !
Ah, quanto ti costò l'avermi amato ! (2 volte)

 

A te, che sei del mondo il Creatore,
mancano panni e fuoco, o mio Signore. (2 volte)

Caro eletto pargoletto,
quanto questa povertà
più m'innamora,
giacché ti fece amor povero ancora. (2 volte)

 

Tu lasci il bel gioir del divin seno,
per giunger a penar su questo fieno. (2 volte)

Dolce amore del mio core,
dove amore ti trasportò ?

O Gesù mio,
per ché tanto patir ? per amor mio ! (2 volte)

 

Ma se fu tuo voler il tuo patire,
perché vuoi pianger poi, perché vagire ? (2 volte)

Sposo mio, amato Dio,
mio Gesù, t'intendo sì !
Ah, mio Signore !
Tu piangi non per duol, ma per amore. (2 volte)

 

 

Veni, Creator Spiritus

 

Veni, Creator Spiritus
mentes tuorum visita
Imple superna gratia
quae tu creasti pectora.

 

Qui diceris Paraclitus,
donum Dei Altissimi,
fons vivus, ignis, caritas,
et spiritalis unctio.

 

Tu septiformis munere,
digitus paternae dexterae;
tu rite promissum Patris,
sermone ditans guttura.

 

Accende lumen sensibus,
infunde amorem cordibus,
infirma nostri corporis,
virtute firmans perpeti.

 

Hostem repellas longius,
pacemque dones protinus,
ductore sic te praevio,
vitemus omne noxium.

 

Per te sciamus da Patrem,
noscamus atque Filium,
teque utriusque Spiritum
credamus omni tempore.

 

Deo Patri sit gloria
et Filio, qui a mortuis
surrexit, ac Paraclito,
in saeculorum saecula.
Amen.

 

Veni, Sancte Spiritus

 

Veni, Sancte Spiritus,
et emitte caelitus
lucis tuae radium.

 

Veni, pater pauperum,
veni, dator munerum
veni, lumen cordium.

 

Consolator optime,
dulcis hospes animae,
dulce refrigerium.

 

In labore requies,
in aestu temperies
in fletu solatium.

 

O lux beatissima,
reple cordis intima
tuorum fidelium.

 

Sine tuo numine,
nihil est in homine,
nihil est innoxium.

 

Lava quod est sordidum,
riga quod est aridum,
sana quod est saucium.

 

Flecte quod est rigidum,
fove quod est frigidum,
rege quod est devium.

 

Da tuis fidelibus,
in te confidentibus,
sacrum septenarium.

 

Da virtutis meritum,
da salutis exitum,
da perenne gaudium,
Amen, Alleluia.

 

Vexilla Regis Prodeunt


1. Vexilla Regis prodeunt: Fulget Crucis mysterium,
Qua vita mortem pertulit, Et morte vitam protulit.

 

2. Quae vulnerata lanceae Mucrone diro, criminum
Ut nos lavaret sordibus, Manavit und(a) et sanguine.

 

3. Impleta sunt quae concinit David fideli carmine,
Dicendo nationibus: Regnavit a ligno Deus.

 

4. Arbor decor(a) et fulgida, Ornata Regis purpura,
Electa digno stipite Tam sancta membra tangere.

 

5. Beata, cuius brachiis Pret(i)um pependit saeculi:
Statera facta corporis, Tulitque praedam tartari.

 

6. O Crux ave, spes unbica, Hoc Passionis tempore
Piis adauge gratiam, Reisque dele crimina.

 

7. Te, fons salutis Trinitas, Collaudet omnis spiritus:
Quibus Crucis victoriam Largiris, adde praemium. Amen

 

Vidi aquam

 

Vidi aquam egredientem de templo,
a latere dextro, alleluia:
et omnes, ad quos pervenit aqua ista,
salvi facti sunt, et dicent, alleluia, alleluia.

 

V. Confitemini Domino quoniam bonus:
R. Quoniam in saeculum misericordia eius.

 

V. Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto:
R. Sicut erat in principio, et nunc, et semper,
et in saecula sæculorum. Amen. 

 

AREA RISERVATA

Username

Password

EFFETTUA LA TUA DONAZIONE

Regola della Milizia del Tempio

Divinum Officium

EVENTI:

I VENERDI’ DELLA MAGIONE

- Compleanni del mese: Novembre

S. Messa Tridentina in Toscana in Italia e nel Mondo

Motu Proprio e Istruzione

Galleria fotografica

La Bussola Quotidiana

Corrispondenza Romana

Ecomuseo della Val d’Elsa

holyart.it - Accessori per la Liturgia

Vedi anche il sito web www.cantoeprego.it

Sito registrato in:

Clicca qui per iscriverti

Le immagini presenti nel sito sono registrate e sottoposte a Copyright © ORDO MILITIAE TEMPLI E' fatto assoluto divieto di pubblicare, tutte o in parte, le immagini e/o i contenuti di questo sito, salvo espressa autorizzazione Copyright © 2002 Militia Templi