AREA NOTIZIE

Ultime Notizie

Area Notizie

Notizie su Facebook

Notizie su Twitter

LA MILIZIA DEL TEMPIO

I poveri Cavalieri di Cristo

Storia

Restaurazione

Scopi

Spiritualità e Liturgia

Abito e Insegne

Sostenere la Milizia

GLI ORGANI
DELLA MILIZIA

Il Gran Maestro

Governo della Milizia

Membri della Milizia

ENTI COLLEGATI

La Fondazione

L'Accademia

La Casa Editrice

IL CASTELLO
DELLA MAGIONE

Il Complesso Monumentale

La Sede Magistrale

La Chiesa Magistrale

La Via Francigena

Come raggiungerci

Orario per le visite

SCAUTISMO

La Milizia e lo Scautismo

PUBBLICAZIONI

Documenti

Bollettino

SCRIVI
ALLA MILIZIA

Contatti

La Milizia nel Mondo

Cerca nel sito

Ultimi Interventi

Home page » Notizie » Benedetto XVI: “Dopo la morte non ci attende il vuoto”

SOMMO PONTEFICE

Benedetto XVI: “Dopo la morte non ci attende il vuoto”

15/08/2012

Il Pontefice all’Angelus: “L’Assunzione ci indica il destino dell’umanità”

redazione - roma - vaticaninsider

 

 

La festa dell’Assunzione «è una realtà che tocca tutti noi perchè ci indica in modo luminoso il nostro destino, quello dell’umanità e della storia». Lo ha detto il Papa prima dell’Angelus recitato nel palazzo apostolico di Castel Gandolfo ricordando il significato della festa liturgica di oggi.

 


Per i cristiani, l’Assunzione ricorda la fede nella non corruzione del corpo di Maria: al momento della morte, la Vergine, per i cristiani, è stata assunta in cielo dove partecipa alla gloria di Dio. Benedetto XVI, riprendendo ampiamente quanto ha spiegato nella Messa di questa mattina alle 8 nella parrocchia di Castel Gandolfo, ha illustrato ai circa 3.000 fedeli radunati nel cortile la proclamazione del Dogma dell’Assunta avvenuta nel 1950 con papa Pio XII. Papa Ratzinger ha anche ricordato brevemente la tradizione delle chiese ortodosse che per la morte della Vergine parla di Dormizione e non di Assunzione.

 


All’Angelus, Benedetto XVI ha sintetizzato l’idea che alla morte non ci attende il vuoto ma l’abbraccio amorevole di Dio. Per questo, ha spiegato, la festa di oggi per il cristiano è «strettamente collegata alla Resurrezione». Per la festa dell’Assunta, come tradizione ogni estate, sono convenuti a Castel Gandolfo gli abitanti della cittadina laziale e di tutta la regione e gruppi di fedeli di diverse parti del mondo. Già da questa mattina, quando è uscito dal palazzo apostolico per celebrare la Messa nella parrocchia sulla piazza antistante la sua residenza estiva, Benedetto XVI è stato a lungo festeggiato da una folla di fedeli molto numerosa già dalle prime ore del mattino. Particolarmente festosi durante l’Angelus i vari gruppi linguistici nell’area del cortile, che hanno tutti salutato e manifestato grande affetto a Benedetto XVI.

 

Condividi su

AREA RISERVATA

Username

Password

EFFETTUA LA TUA DONAZIONE

Regola della Milizia del Tempio

Divinum Officium

EVENTI:

I VENERDI’ DELLA MAGIONE

- Compleanni del mese: Dicembre

S. Messa Tridentina in Toscana in Italia e nel Mondo

Motu Proprio e Istruzione

Galleria fotografica

La Bussola Quotidiana

Corrispondenza Romana

Ecomuseo della Val d’Elsa

holyart.it - Accessori per la Liturgia

Sito registrato in:

Clicca qui per iscriverti

Le immagini presenti nel sito sono registrate e sottoposte a Copyright © ORDO MILITIAE TEMPLI E' fatto assoluto divieto di pubblicare, tutte o in parte, le immagini e/o i contenuti di questo sito, salvo espressa autorizzazione Copyright © 2002 Militia Templi