AREA NOTIZIE

Ultime Notizie

Area Notizie

Notizie su Facebook

Notizie su Twitter

LA MILIZIA DEL TEMPIO

I poveri Cavalieri di Cristo

Storia

Restaurazione

Scopi

Spiritualitą e Liturgia

Abito e Insegne

Sostenere la Milizia

GLI ORGANI
DELLA MILIZIA

Il Gran Maestro

Governo della Milizia

Membri della Milizia

ENTI COLLEGATI

La Fondazione

L'Accademia

La Casa Editrice

IL CASTELLO
DELLA MAGIONE

Il Complesso Monumentale

La Sede Magistrale

La Chiesa Magistrale

La Via Francigena

Come raggiungerci

Orario per le visite

SCAUTISMO

La Milizia e lo Scautismo

PUBBLICAZIONI

Documenti

Bollettino

SCRIVI
ALLA MILIZIA

Contatti

La Milizia nel Mondo

Cerca nel sito

Ultimi Interventi

Home page » Notizie » 3° Ann.rio del Pio Transito di S.E. Rev.ma Mons. Mario Jsmaele Castellano

IN MEMÓRIAM

3° Ann.rio del Pio Transito di S.E. Rev.ma Mons. Mario Jsmaele Castellano

12/04/2010

S. Messa di Requiem nel 3° Ann.rio del Pio Transito di S.E. Rev.ma Mons. Mario Jsmaele Castellano O.P.

Nel terzo anniversario del pio transito di S.E. Rev.ma Mons.Mario Jsmaele Castellano O.P. Arcivescovo emerito di Siena, verrà celebrata una solenne S. Messa di Requiem, nella forma straordinaria del rito romano, nella Cattedrale Metropolitana di Siena - Lunedì 12 Aprile 2010 alle ore 19

S.E. Rev.ma Mons. Mario Jsmaele Castellano O.P. Arcivescovo di Siena, Vescovo Protettore della Milizia del Tempio - Oneglia (Imperia) 22 Settembre 1913 – Siena 12 Aprile 2007

 

Mons. Castellano: sempre vivo il suo ricordo a tre anni dalla sua dipartita

Lunedì 12 Aprile, terzo anniversario della santa morte di S.E. Rev.ma Mons. Mario Jsmaele Castellano O.P., nella Cattedrale Metropolitana di Siena alle ore 19 verrà celebrata una solenne S. Messa di requiem nella forma straordinaria del rito romano.
La S. Messa sarà celebrata da Dom Gregorio Attila Lipovszky OSPPE, Prelato Reggente della Milizia del Tempio con accompagnamento organistico del M.o Alessio Cervelli.
Il servizio liturgico e di canto sarà svolto dai Cavalieri della Milizia del Tempio e dagli Scouts del Gruppo Valdelsa “Alberto d’Albertis”.

 

*

 

Mons. Castellano era deceduto piamente il 12 Aprile 2007 nell'Ospedale di Siena all'età di quasi 94 anni, che avrebbe compiuto il successivo 22 Settembre: sono testimone diretto della sua morte santa perchè ero presente insieme alla sua governante, la signora Cristina, tenendolo per mano fino all'abbraccio con il Signore; quindi, insieme ai miei Confratelli dom. Andrea Conti e dom. Andrea Cappelli, abbiamo provveduto a vestirlo e a comporlo nella bara.
Mons. Castellano era stato il mio Vescovo fin dal suo ingresso nella prima Diocesi assegnatagli dal venerabile Papa Pio XII, Volterra, agli inizi di Novembre del 1954; sono stato, infatti, il suo primo caudatario e, cioè, il seminarista che aveva il compito di reggergli la coda, lo strascico di sei metri che allora ogni Vescovo indossava in Diocesi nella occasioni solenni.
Da Volterra fu promosso alla sede arcivescovile titolare di Colossi per poter svolgere il servizio di Assistente Generale dell'Azione Cattolica Italiana, ufficio mantenuto fino alla metà del 1961 quando Giovanni XXIII lo destinò a reggere l'Arcidiocesi di Siena, ultimo Arcivescovo di Siena e primo della nuova Arcidiocesi di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino nel 1986 che reggerà fino al Novembre 1989.
Nonostante i quasi 18 anni dalle sue dimissioni Siena non lo aveva dimenticato testimoniandolo ai funerali con la Cattedrale piena di fedeli commossi e coscienti di aver perduto non solo il Pastore ma il Padre di tutti: era capace di amare ed era riamato; anche dopo tre anni dalla sua morte il suo ricordo è vivissimo nel cuore dei senesi.
Mons. Castellano è stato un campione di carità e di amore: riceveva tutti, senza bisogno di alcun appuntamento e per tutti aveva una parola di conforto e di incoraggiamento e se c'era bisogno di qualche rimprovero era così paterno che il rimprovero veniva accolto come una grazia; ed aveva sempre il sorriso sulle labbra.
Ma un particolarissimo posto nel suo cuore e nella sua attenzione lo aveva riservato al Clero e al Seminario.
Non ha mai rimandato alcun povero a mani vuote; a parte gli interventi "sostanziosi" che elargiva riservatamente tramite persone fidate (personalmente sono stato incaricato di questo numerose volte) a ciascuno dava almeno cinque euro anche dopo il pensionamento, tanto da costringere i suoi collaboratori a limitare questi interventi a causa del conto corrente che rischiava per questo di andare ... in rosso; diceva di non aver bisogno di niente per sè, come mi disse la governante mentre la riportavo a casa dopo la morte: "Nemmeno nella mia casa in Polonia c'e tanta povertà come nella casa di Mons. Castellano"; aveva lasciato una piccola somma sul suo conto per non far pesare sulle casse dell'Arcidiocesi le spese del funerale.
Esperto canonista aveva contribuito alla redazione del nuovo Codice di Diritto Canonico e alla stesura del nuovo concordato tra la Santa Sede e l'Italia, così come durante il Concilio Vaticano II aveva partecipato a quella dei documenti conciliari "Apostolicam actuositatem" e "Gaudium et spes".
Durante il suo episcopato senese aveva fondato l'Associazione Internazionale dei Caterinati e aveva dato impulso a tutte le aggregazioni laicali facendo loro riscoprire carisma e finalità; nel 1979 aveva incoraggiato la nascita dell'Ordine della Milizia del Tempio (oggi presente in tre continenti), alla quale nel 1988 - sfidando pregiudizi e critiche - conferirà la personalità giuridica canonica dopo aver chiosato di proprio pugno lo statuto perchè fosse perfettamente aderente al Diritto Canonico ed inserito attivamente nella vita della Chiesa: seguirà quest'opera fino all'ultimo dopo averla raccomandata anche ai suoi successori.
Come aveva adempiuto con raro zelo il mandato apostolico in perfetta sintonia ed obbedienza al Papa, così aveva condotto una vita adamantina ed integerrima: nessuna ombra lo ha mai sfiorato, come del resto nessuno scandalo ha turbato il suo lungo episcopato.
Di Mons. Castellano si potrebbero scrivere pagine e pagine; quello che conta tuttavia è come il suo popolo, un popolo difficile come quello di Siena, lo ha accolto considerandolo senese a tutti gli effetti: un successo davvero incredibile.

 

dom. Marcello A. Cristofani della Magione, Gran Maestro
Castello della Magione - Poggibonsi
granmaestro@ordo-militiae-templi.org

Condividi su

AREA RISERVATA

Username

Password

EFFETTUA LA TUA DONAZIONE

Regola della Milizia del Tempio

Divinum Officium

EVENTI:

I VENERDI’ DELLA MAGIONE

- Compleanni del mese: Dicembre

S. Messa Tridentina in Toscana in Italia e nel Mondo

Motu Proprio e Istruzione

Galleria fotografica

La Bussola Quotidiana

Corrispondenza Romana

Ecomuseo della Val d’Elsa

holyart.it - Accessori per la Liturgia

Sito registrato in:

Clicca qui per iscriverti

Le immagini presenti nel sito sono registrate e sottoposte a Copyright © ORDO MILITIAE TEMPLI E' fatto assoluto divieto di pubblicare, tutte o in parte, le immagini e/o i contenuti di questo sito, salvo espressa autorizzazione Copyright © 2002 Militia Templi